venerdì 16 dicembre 2011

Fisica applicata - la legge di Murphy e l'Albero di Natale

Lo sapevate che esiste un corollario della legge di Murphy dedicato proprio all'Albero di Natale? Beh, ve lo dico io. I punti salienti sono questi:

1- Se hai un gatto, questi scambierà l'Albero per un nuovo tiragraffi gigante con probabilità direttamente proporzionale al valore degli addobbi.

2- Il fatto di non avere un gatto aumenta la casistica di perdite d'acqua in cantina/ infiltrazioni di pioggia in solaio, con conseguente umidità che rovinerà i tuoi decori, in particolare quelli di pasta di sale che hai fatto tu con tanta fatica e profusione di sudore, tempo e rabbiose imprecazioni.

3- Se non hai un gatto e conservi i tuoi addobbi natalizi al sicuro in un armadio dentro casa, crescono in modo esponenziale le probabilità di incidenti nella fase di allestimento (anche perchè, diciamocelo, non si è mai visto che mentre lavori non ti scappi di mano almeno una pallina e, in questo caso, stai pur certa che sarà quella di vetro della nonna).

4- Se con l'esperienza hai imparato a tutelarti dai punti1, 2 e 3 - come la sottoscritta - non cantare vittoria! Può sempre capitare che, mentre guardi con orgoglio il tuo bell'Albero finito...
... ZAC! Una fila di luci si fulmini >(

4/A- Naturalmente (avevate dei dubbi?) la fila di lucine che non funziona è proprio quella più in alto e più incastrata tra i decori.

Ora, non so se avete idea di cosa significhi sostituire un filo di lucine da un Albero già addobbato e della precisione chirurgica che richieda. Da stasera io un'idea ce l'ho... ;)

CONCLUSIONI
Mai comprare le lucine per l'Albero alla bancarella del cinese dietro l'angolo.

-*-*-
P.S. off topic
Credo di avere un buco nero nascosto da qualche parte nel nido. Nell'ultimo mese ho perso:
la custodia della macchina fotografica
gli occhiali da sole
una ricetta medica
una bobina intera di passamaneria
il caricabatterie della suddetta macchina (perciò niente più foto finchè non salterà fuori)
Spero capiti anche a voi: mi rassicurerebbe sulla mia salute mentale...

13 commenti:

  1. hai decisamente ragione «Se qualcosa può andar male, lo farà» e questo si può applicare anche all'Albero di Natale... l'importante e saperlo prendere con allegra ironia ;-)))
    Tante serene giornate
    nonnAnna

    RispondiElimina
  2. Sono i monachicchi: elfi dispettosi che nascondono le cose in casa. Ma poi le rendono, eh?!

    RispondiElimina
  3. Ciao Robin! Assolutamente sì, in casa mia il buco nero non manca, ma per fortuna ha anche il buon gusto di "risputare" fuori le cose... naturalmente quando non servono più :-(
    Da un anno a questa parte si è inghiottito:
    - spazzola per capelli pieghevole da borsetta (rinvenuta due giorni fa, dopo un anno di permanenza nel buco);
    - una collana da 15 euro ma che fa un figurone su tutti i maglioncioni invernali, è lunga ma fine e davvero molto carina (attualmente è nel buco nero dall'inverno scorso, avrà il buon gusto di ricomparire a luglio prossimo, sparendo di nuovo ai primi di ottobre, immagino);
    - il numero di ottobre di "Subito pronto in cucina", nel quale c'era una ricetta di un dolce mega-galattico, che naturalmente non posso fare finchè non ritroverò suddetto oggetto. sarà un problema perchè era la mia idea per capodanno...;
    - il depliant della "sagra della patata americana", prezioso reperto per una fanatica come me di tale tubero, poichè contenente ben due ricette di torte con la patata dolce. Il depliant è ancora disperso da un paio di mesi;
    - il caricabatterie del cellulare si infila nel buco nero almeno una volta a settimana, comparendo solo dopo che ho pensato "stavolta è fatta, l'ho perso sul serio, adesso come faccio a riaccendere il telefono?";
    - le chiavi di casa, della macchina e gli occhiali da guida visitano il mini-buco nero presente nella mia borsa circa una volta al giorno;
    - la tessera della biblioteca è assidua frequentatrice del buco nero. questo implica farne sempre successive copie, che ovviamente si perdono alla prima occasione utile;
    - ferri da lana n. 8, sono enormi, lunghi e ingombranti, sono certa di averli comprati un paio di anni fa, ma non ho idea di dove siano...
    devo continuare??
    Buona serata e weekend!!

    RispondiElimina
  4. A volte credo che il buco nero sia nella mia testa...dimentico cose, nomi e compagnia bella ^_^

    La mia gatta è felicissima sotto l'albero..dopo i croccantini , è il suo primo pensiero :O))))

    RispondiElimina
  5. non disperare, le cose perse nel buco nero prima o poi misteriosamente riappaiono! io ho ritrovato:
    - la custodia della macchina fotografica (credevo di averla lasciata in montagna)
    - il mio anellino della prima comunione (l'ha trovato la vicina di casa sul pianerottolo, non chiedermi come ci sia finito...)
    - la mia canottiera preferita (in un meandro nascosto dell'armadio)
    - la mia maglietta preferita (idem)
    - i miei occhiali da sole (in macchina)

    tutto ciò molte settimane, se non mesi dopo la sparizione, dopo che mi ero disperata a cercarli ovunque in casa. vedi che non sei l'unica! ;)

    RispondiElimina
  6. Vi ringrazio dei commenti: forse non è demenza senile precoce allora :)
    Lo so che in genere le cose perse riappaiono ma, come dice bene Silvia, di solito succede quando non ti servono più >(

    Mariuccia - spero che il tuo gatto si limiti a dormire SOTTO l'albero e non voglia invece arrampicarsi fino in cima!!

    RispondiElimina
  7. noooo!!! anch'io ho le lucine dei cinesi!!!

    RispondiElimina
  8. Ho ritrovato la collana!!! Il buco nero me l'ha restituita proprio ieri sera!! :-D

    RispondiElimina
  9. Io perdo di tutto da quando ero piccola, non disperare...i buchi neri sono dei simpaticoni, a volte restituiscono anche qualcosa: ultimamente quello che si trova in camera mia mi ha fatto ritrovare un orecchino nel cassetto dei calzini...
    Inutile, altro che fisica...la legge di Murphy domina!
    ps: se vuoi fare uno scherzetto al gatto distruttore di alberi di Natale procurati del pane imburrato e prova questo...Murphy colpisce ancora :) http://www.sacrobirmania.com/public/paradosso_gatto%20_imburrato.jpg

    RispondiElimina
  10. ahahha Robin hai troppo ragione, le lucine dei cinesi che si fulminano le palline bellissime e preziose che cadono e si rompono ecc... ma diciamocelo, anche questo fa parte dell'atmosfera natalizia!

    RispondiElimina
  11. economista: non temere, non tutto è perduto: su 3 file di lucine cinesi solo una si è fulminata, quindi solo un 66% ;)

    Silvia - io ho ritrovato la custodia della macchina fotografica... Peccato che quel che mi serviva davvero era il caricabatterie! Vabbè, aspetto fiduciosa...

    Natadimarzo - per fortuna i miei gatti non si sono mai arrampicati sugli alberi, ma alcune amiche hanno avuto esperienze devastanti ^^'

    Elisabetta - diciamo che, se non ci fossero questi ed altri contrattempi, l'atmosfera di Natale sarebbe forse troppo perfetta (anche se non mi dispiacerebbe affatto, eh!)

    RispondiElimina
  12. Il punto 3 è il mio incubo...!!
    Se passi da me e vedi il mio albero (che col tuo super abete non ha niente a che fare..) capirai.. ^_^

    RispondiElimina

I vostri commenti sono importanti quanto i miei post. Se lascerete una traccia del vostro passaggio sarò felice :)