sabato 25 maggio 2013

Sicilia a maggio: la Sicilia come non l'avete mai vista











Speravate Temevate Credevate che sarei tornata con un post sul grande evento di aprile eh? Un elenco delle fatiche, jatture, stress vari della prima prova della nuova stagione. E invece stavolta ve le ho risparmiate :)
Tutto sommato potete andare a leggere com'è andata l'anno scorso, come sono sopravvissuta all'evento di giugno o alle fiere ... (ev. link) e avrete un'idea abbastanza esatta di quello che è successo. Solo che stavolta è stato ancora più stressante e faticoso, nonostante le mie speranze e ingenue illusioni che, con più esperienza, sarebbe stato più facile. Tsè, col cavolo! Quest'anno abbiamo avuto Collega Bella con attacco di vomito nervoso e crisi di pianto, la stagista che si occupava dei clienti russi che ha rischiato di accopparne qualcuno (con il mio aiuto ^^') e addirittura Stakanov che è scoppiata in lacrime la prima sera. Bel filotto, non c'è che dire!

Come se non bastasse, finita quella faticaccia siamo passati direttamente nel successivo tormentone, dato che a giugno avremo ben TRE eventi, di cui due contemporanei (evitiamo i commenti, per favore, so già che l’aggettivo più soft da rifilare al Capo è masochista). Ecco perché, subito dopo l’evento, ho deciso di ritagliarmi due giorni di vacanza e trascorrere al mare il ponte del primo maggio. Volevo una meta rilassante, non affollata, dove poter ricaricare le batterie dormicchiando al sole, ma allo stesso tempo non troppo lontana, visto che avevamo solo 4 giorni di tempo. La risposta? Sicilia naturalmente!


Spiagge quasi deserte, selvagge (e non ancora pulite dopo l’inverno, a dire la verità) che fanno sognare mete tropicali e assaporare già l’estate...


... Almeno per un paio d’ore. Sì perché il tempo era bellissimo al mattino, mentro io e Mr Owl ronfavamo beatamente nel nostro B&B, e si guastava all’ora di pranzo, giusto quando avevamo finito di spalmarci di crema 50+ ed eravamo pronti per continuare il sonno interrotto sulla sabbia bianca O_o
A dirla tutta, prima che il tempo peggiorasse irrimediabilmente, facevamo in tempo a concederci anche un pranzetto, qualcosa di frugale, leggero, il perfetto spuntino da spiaggia: sfincione e pane cunzatu (anche noi, per caso, l'abbiamo comprato proprio nel forno suggerito da TripAdvisor: consigliatissimo!
Se capitate nella zona nord occidentale della Sicilia non potete perdervi queste specialità goduriosissime!!


Quando i nuvoloni arrivavano a coprire ogni spiraglio di sole, provavamo a resistere stoici: mentre i pochi italiani nei dintorni se ne andavano noi rimanevamo stesi a occhi chiusi, ripetendoci a vicenda che era una perturbazione passeggera. Poi, quando anche i turisti olandesi e polacchi intorno a noi raccoglievano teli e ombrelloni, ci rassegnavamo a dire addio al sogno di collassare sulla sabbia bianchissima senza pensare a nulla, magari rischiando di diventare un filino abbronzati ;)
Ammetto di averne tirate abbastanza quando la pioggia ci ha fatto scappare di corsa dalla bellissima baia Santa Margherita, costringendoci a chiuderci in macchina appena prima che iniziasse a grandinare.



Dico io, pioggia e grandine in Sicilia? Ma non era l'isola arsa dal sole, quasi una propaggine africana?
Pare di no, non solo. I capricci meteorologici ci hanno permesso di scoprire una Sicilia inaspettata, fatta di colline verdissime e fertili, miriadi di fiori colorati, panorami che ricordano ben altre latitudini.
E mi hanno portato ad assecondare Mr Owl nel suo desiderio di fare qualche escursione, invece di impigrirsi al sole, come qualcun'altro avrebbe fatto volentieri ^^'
Il primo pomeriggio uggioso siamo andati ad Erice, con le sue chiese ad ogni angolo e il castello a strapiombo sulla vallata.



Anche se mi sembrano esagerati i toni di chi la inserisce tra le top 5 delle mete imperdibili in Sicilia, vale sicuramente la pena di passeggiare per i suoi vicoli per scoprire cortili interni o case quasi nascoste con ricchissimi decori


Girovagare senza meta e scoprire splendidi panorami (che con la mini macchina fotografica compatta da viaggio è impossibile ritrarre: usate la fantasia! ;))


Oppure perdersi tra strade in cui la storia non sembra essere mai arrivata. Perdersi è la parola giusta, soprattutto se avrete la brillante idea di rimanere dopo il tramonto: sappiate che a Erice sono illuminate solo le vie principali,; nelle altre regna un buio assoluto, direi quasi medievale e naturalmente, per rendere il gioco ancora più avvincente, non ci saranno cartelli o abitanti a cui chiedere indicazioni!

Il venerdì, checcavolo-è-venuto-in-mente-a-Mr-Owl-di-andarci-l'unico-giorno-di-sole-, siamo partiti in direzione Mothia, che può sembrare a un tiro di schioppo da Palermo, ma non lasciatevi trarre in inganno: le strade delle Sicilia riservano molte sorprese! Ad esempio possono portarvi a guidare per ore sotto il sole cocente cercando di raccapezzarvi nei cartelli stradali che, per tradizione sicula, o mancano o sono messi in modo ambiguo, probabilmente per stimolare lo spirito critico dei viaggiatori, o per testare la stabilità di coppia ("Dice di andare a destra" "No, a sinistra" "Sei orbo" " Non hai senso dell'orientamento" "Di qua!" "No di là!!" saranno la colonna sonora del viaggio)
L'arrivo alle saline di Marsala è pittoresco: la riva coi mulini a vento è un paesaggio da cartolina
 



Però... beh... Mothia o Mozia che dir si voglia non mi è sembrata imperdibile. Gli scavi archeologici, a meno che tu non sia un esperto, si riducono a grandi crateri nel terreno e anche i reperti nel museo, i "due sassi fenici" come ripetevo a Mr Owl per farlo arrabbiare, non mi sono sembrati di valore inestimabile. Le schede illustrative (soprattutto quelle sui sacrifici umani!) erano molto interessanti, questo è vero, ma avremmo potuto leggerle anche in un libro. L'isola in sè però è un paradiso terrestre: villa Withaker s'inserisce meravigliosamente nel parco, un giardino spettacolare in cui trascorreresti volentieri tutta estate!


Quando tornate a riva col battello vi consiglio di fermarvi al bar del molo che ha una deliziosa distesa al sole, proprio davanti ai vecchi mulini a vento.


Potete dormicchiare sulle comode sedie di legno, prendere il sole, o farvi un aperitivo molto cool, come il nostro ;)


Dal momento che il nostro weekend lungo è stato decisamente un last minute (l'ho organizzato in mezz'ora, nei ritagli di tempo del lavoro) non lascio consigli pratici: onestamente, se dovessi tornare nella costa nord-occidentale della Sicilia (e spero accada presto!) organizzerei tutto in modo diverso. Ad esempio privilegerei la costa di San Vito lo Capo e lascerei perdere quella di Castellammare; a quel punto si potrebbero prendere in considerazione anche i voli su Trapani, non solo quelli su Palermo. Sceglierei un B&B a San Vito lo Capo (c'è solo l'imbarazzo della scelta) per non perdere troppo tempo in auto e sfruttare al meglio i giorni disponibili. Tanto nei dintorni ci sono spiagge bellissime e anche la riserva dello Zingaro, che stavolta abbiamo saltato, è a due passi.

Un suggerimento però ve lo lascio: un piccolissimo locale di Castellammare del golfo dove ci siamo trovati molto bene: il Ristorantino del Monsù. Abbiamo apprezzato che la cameriera venisse con il pesce del giorno in mostra su un vassoio perchè potessimo scegliere quello che preferivamo. Gli spaghetti al nero di seppia, su cui Mr Owl è sempre molto critico essendo stato abituato "troppo bene" da una tata siciliana che li cucinava in modo divino, pare fossero "ottimi"


Da parte mia, vi assicuro che le cassattelle, questi tortellini ripieni di ricotta e gocce di cioccolato, erano divini. Ho leccato il piatto, compreso il miele caldo di guarnizione ^^'


Per finire, dopo cena abbiamo chiacchierato per un'oretta con una simpatica coppia belga seduta al tavolo di fianco al nostro: un modo splendido per concludere l'ultima serata sull'isola!
Il giorno dopo siamo tornati a casa con un sacchetto di limoni come bagaglio a mano, un souvenir di cui vi parlerò presto!

E ora per dimenticare questa giornata fredda e piovosa che fa sembrare l'estate lontanissima e ci ha costretto ad accendere le luci già di prima mattina, vi lascio con un paio di fotografie dello spettacolare mare siciliano :)



28 commenti:

  1. Robin, bentornata!! Questo post e' str-pi-to-so!! Che colori, che profumo di sale, che brezza... Ti invidio un po' per esserci stata. La Sicilia mi manca tanto. Davvero bello. Grazie.

    RispondiElimina
  2. Bentornata Robin!
    Che goduria gli spuntini panosi in spiaggia yum yummmm
    Pero' scusa eh ma ora ci devi assolutamente raccontare di Stakanov in lacrime!!! bhuauauauuaaaahhh

    RispondiElimina
  3. Hey ciao ragazze!

    Che bello rileggervi :)
    Grazie a te Lucy: ti dirò che la Sicilia manca anche a me, quei 4 giorni non sono bastati a placare la mia voglia di mare, caldo e primavera VERA!

    Sfolli: sì, una vera goduria! Diciamo che Stakanov è stata messa a dura prova nel suo settore di competenza durante l'evento e a un certo punto è crollata. Ti dirò che ultimamente si lamenta molto vista la mole mostruosa di lavoro: è arrivata anche a confidarmi che ogni tanto pensa di licenziarsi... Non esistono più le stakanoviste dure di una volta ;)

    RispondiElimina
  4. Meraviglia, meraviglia e ancora meraviglia: non so trovare un'altra parola per descrivere il tuo post!!! Bentornatissima Robin, e con uno dei tuoi post migliori in assoluto... le foto sono tutte PERFETTE, non ce n'è una che non mozzi il fiato (l'apertura fotografica del post poi è INCREDIBILE!!!!!), ma anche quello che ci racconti è da sogno. Non finirò mai di ringraziarti abbastanza per questi tuoi reportage di viaggio... veramente è come sognare ad occhi aperti!!! Spero di rileggerti presto (mi sei mancata!) ma se così non fosse ti dico già ora in bocca al lupo per i prossimi eventi!! Qui oggi ci sono 9 gradi... ma speriamo che l'estate sia comunque dietro l'angolo! Un abbraccio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Silvia!! Anche voi mi siete mancate un sacco :)
      Ieri mattina anche qui c'erano 9 gradi O_o Col riscaldamento già spento stiamo ibernando!

      Elimina
  5. Quanto mi fa piacere leggere questo post, noi partiamo mercoledì per una settimana in Sicilia presso quella zona. Soggiorniamo vicino Mazara. Che bello, lo prendo orme un portafortuna. Grazie.
    Raffaella

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Oh che bello!! Godetevi la vacanza e prendete un po' di sole anche per me ;)

      Elimina
  6. Bentornataaaaaaaaa! e col botto!
    per quei 4 giorni non potevi scegliere meta migliore.
    Io sono stata in sicilia 5 anni fa, ho affittato un appartamento col moroso vicino ad agrigento e siamo rimasti 3 settimane 3. abbiamo girato quasi tutta la sicilia, almeno da trapani all'etna, tutta la costa sud e persino l'entroterra. ci manca solo la costa nord, perché ce la siamo tenuta da parte per poter fare un altro soggiorno, con base a... san vito lo capo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sai che la mia ex insegnante di danza trascorreva in Sicilia ogni estate da 5 anni e diceva di non aver ancora finito di vedere tutto quello che l'isola offre?
      Io ero stata in Sicilia due volte ma: la prima ero bambina e non ricordo praticamente nulla, la seconda era per lavoro e non ho fatto in tempo a fare la turista neanche un attimo!
      Quindi in realtà questo è stato il mio primo assaggio di Sicilia e mi è rimasta la voglia di tornare!

      Elimina
  7. bentornata davvero, sono stata 3 volte in Sicilia e ho visitato u bel po' dei posti che citi e soprattutto riconosciuto Erice alla prima foto. Evvvaaaiiii. BeDDa beDDissima la Sicilia tutta.
    baci sandra frolini

    RispondiElimina
  8. uauuuuu! La mia seconda terra...Sono stata in tutti i posti indicati e il pane cunzatu migliore però l'ho mangiato a Scopello in un famoso forno (l'unico del posto)
    Comunque leggendo m'è preso un pò un coccolone perchè il mio matrimonio si basa su due cose: 1 sull'amore (evvabbè). 2: su mio marito che ripete all'infinito di essere africano, etrusco, cubano, torinese, scandinavo,egizio e tutte cose perchè i Siciliani sono tutte lle rrazze,soonoo la qualungue, inzomma.. e io che lo prendo in giro. Se vedesse il tuo post sarebbe la fine per me! :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sììììììì anche noi l'abbiamo preso nel forno di Scopello, quello semi nascosto con la distesina fuori sotto agli alberi! Quello del link TripAdvisor che ho messo sopra. Noi ci siamo capitati assolutamente per caso, ma pare sia un forno ottimo. In effetti sia sfincione che pane cunzatu erano fantastici!

      Elimina
  9. mamma che bello! e pensare che mio padre è siciliano ma io in sicilia non sono mai stata :(

    RispondiElimina
  10. bellissime immagini, ho vagato piacevolmente con l'immaginazione ;-)

    RispondiElimina
  11. Meraviglia delle meraviglie! Avete fatto benissimo a godervi questi luoghi peccato solo per l'epilogo del tempo ma pare che questo sia un anno strano?
    Conosco bene San Vito e Erice, vi ho trascorso tanti estat della mia gioventù e non oso immaginare come siano ancora più belli ora. Senza folla! Condivido con te sugli spunti e sulla bellezza di quella parte. Lo sfincione.. Quanto è' buono? Ciao Robin un bacione da BG!!

    RispondiElimina
  12. Sandra - Bravissima ad aver riconosciuto Erice! :)
    Frida - Dai?! Devi assolutamente rimediare ;)
    La mia vita semplice - E' sempre un piacere sapere che i miei post hanno questo effetto!
    Vaty - Alla faccia dell'anno strano... Ieri facevano 9 gradi e noi congelavamo: avendo già fatto il cambio armadio, ovviamente, non abbiamo più vestiti di lana a disposizione ma il clima era invernale >( Oggi pare che ci sia sole e clima mite SPERIAMO!!

    RispondiElimina
  13. Evviva, bentornata!! :)
    Che spettacolo di foto, come sempre! I miei genitori sono stati da quelle parti (in altra stagione però) e riportano le tue stesse impressioni.
    Il tempaccio ha un po' sciupato anche il mio ponte del 25, in Corsica..ma l'importante è andare! Buona domenica!

    RispondiElimina
  14. Che bel post!
    W la Sicilia...una terra che ti entra dentro, nonostante le (tante, troppe) cose che non vanno. E chi è siciliano ha un rapporto davvero speciale coi suoi luoghi d'origine, sottoscrivo il commento di PetaloBlu.

    Io ho mezza famiglia della zona di Palermo, gli sfincioni delle mie zie non hanno eguali, ovvio :D
    Per finire i pranzi luculliani poi mezzo chilo di cannolo alla ricotta o tre-quattro cassatelle (dalle "mie" parti si chiamano genovesi, chissà perché!) sono l'ideale. L'ultima volta che ci sono stata (ahimè, troppo tempo fa!) ho preso 3 Kg in dieci giorni.

    RispondiElimina
  15. NataDiMarzo - Ma grazie! Allora vuol dire che anche la mia mini macchina compatta è dignitosa, ottimo (è molto più comoda da portare in viaggio)! Questa primavera sarebbe stato impossibile trovare 4 giorni belli di fila quindi... si va anche col brutto tempo! ;)

    Elle - Ti dirò: avevo scattato un paio di foto da postare col titolo "anche questa è Sicilia" perchè lo "sgarruppamento" a volte arriva a livelli imbarazzanti. Poi però ho preferito concentrarmi sui lati più belli dell'isola, che ti regalano nonostante tutto una bellissima vacanza.
    Anch'io in alcuni forni le ho sentite chiamare "genovesi" ma lì in quel ristorante erano "cassatelle"... mah, sono comunque ottime! ;D (Che fortuna avere le zie che fanno lo sfincione in casa!! Yum, mi viene l'acquolina solo a pensarci!)

    RispondiElimina
  16. Bentornata!!! Bellissimo post e bellissime foto come sempre... ma con un soggetto come la Sicilia sei partita avvantaggiata!
    La sicilia è davvero bellissima..io ci ho lasciato il cuore anni fà... mi hai fatto venire una gran volgia di tornarci!!!

    RispondiElimina
  17. ecco, adesso ho fame e voglia di mare. Ma tanta.

    RispondiElimina
  18. Che voglia mi è venuta!! *__*
    Non ci sono mai stata!

    RispondiElimina
  19. Silvietta - vero! Di fatto le foto sono venute da sole! :)
    Verdeacqua - anch'io ho voglia di mare ma tanta ^^'
    Adriana - oh no, devi rimediare!

    RispondiElimina
  20. Non avevo mai visto la Sicilia con questi "occhi", è bellissima.
    La seconda foto sulle saline è a dir poco strepitosa.
    Un bacio.

    RispondiElimina
  21. Evviva! Bentornata! Mi piace questo giochino delle suggestioni paesaggistiche, ricordi la Piana di Castelluccio che mi ricordava le strade americane, l'Arizona? Bellissimo! XD

    RispondiElimina
  22. oddio ma mi ero persa il pezzo forte! Non mi ero accorta che continuava, perdonami sono rinco del tutto ormai :D
    Cavoli che splendore, un mare da invidia proprio! Se ti può consolare anche qui faceva lo stesso tempo: la mattina ti illudeva (ma per poco) e poi giù di nuvoloni e pioggia. Almeno tu avevi quella vista lì e la possibilità di evadere. Bellissime foto e il mare... lasciamo stare va che se alzo gli occhi dal laptop vedo solo nuvoloni grigi :(

    RispondiElimina
  23. L'Apprendista - ma grazie! Come dicevo sopra, tutto merito dei panorami: io sono tutt'altro che brava dietro all'obiettivo!!!

    Nina - Eheh, tutta colpa di Simone ;) Sì, il mare era spettacolare! Mr Owl ha anche fatto il bagno :) Comunque anch'io se guardo fuori non ho una vista molto diversa dalla tua... cheppalle...

    RispondiElimina
  24. io lo dico semre che la sicilia e' un mondo intero! bellissime foto!

    RispondiElimina

I vostri commenti sono importanti quanto i miei post. Se lascerete una traccia del vostro passaggio sarò felice :)